Il Duomo dell’Ortica. Il nuovo murale degli Orticanoodles è la cattedrale di Milano e apre un nuovo format di Ortica Memoria

Capitelli, colonne, volte a crociera. Su un muro di via Pitteri, nel quartiere dell’Ortica, si apre l’interno della cattedrale di Milano. “È in scala uno a due: la navata centrale del Duomo è alta 46 metri, questo dipinto è di 23 metri”, spiega Walter Contipelli, in arte Wally, degli street artist Orticanoodles che hanno dipinto in questi giorni l’opera. “I colori sono presi da una palette dell’ambiente”.

Il murale è uno spin off del primo progetto di Or.Me. – Ortica Memoria, progetto patrocinato dal Comune di Milano che intende realizzare nel quartiere Ortica un museo a cielo aperto attraverso 20 murales dedicati alla storia del Novecento, con la partecipazione, insieme al collettivo artistico degli Orticanoodles, di associazioni, studenti e residenti.

Anche questo nuovo format, di cui fa parte il nuovo murale dedicato al Duomo, è portato avanti da Ortica Memoria con gli artisti Orticanoodles, ma si discosta dal tema principale, ampliando il respiro. Nel progetto iniziale di Or.Me. “ogni muro è dedicato a un soggetto della storia del Novecento, in questo caso, invece, gli dedichiamo un’intera via e non per forza deve essere legato degli altri 20 murales”, spiega Wally.

E hanno scelto di partire proprio dalla cattedrale milanese, un simbolo della città, che hanno voluto omaggiare con quest’opera. L’hanno chiamata: “Una poesia incisa nel marmo”.

Stanno dando le ultime pennellate proprio in queste ore per concludere la la navata centrale della cattedrale, ma non hanno ancora finito. Sarà l’intera via a trasformarsi nella “Fabbrica del Duomo dell’Ortica” . Questo è solo il primo dei dipinti che saranno dedicati alla cattedrale milanese. Ci saranno poi le statue, le vetrate, le guglie. E infine la Madonnina, “la più grande mai dipinta al mondo”.

“Con l’emergenza che ha modificato le distanze e potenziato la prossimità, si potrà fare una passeggiata nel Duomo in tutta tranquillità ma all’Ortica”, spiega Giovanni Lanzetti, presidente dell’associazione Ortica Memoria. “Chi passeggia per la via avrà l’idea di entrare nel Duomo, poi salirà sulle sue guglie per arrivare alla Madonnina”.

L’opera sarà inaugurata il 20 giugno, con la partecipazione “di autorità civili e religiose cittadine, aggiungendo un pezzo importante al progetto Or.Me., quartiere museo dove passeggiare all’aria aperta, in piena sicurezza, e viaggiare nella storia”, aggiunge Lanzetti. Intanto si andrà avanti anche con i 20 murales del progetto originale, dedicato al racconto storico del quartiere e della città attraverso i suoi protagonisti, le donne simbolo, la Resistenza, l’industrializzazione, l’arte, la musica, il design, la moda, lo sport.

3 pensieri riguardo “Il Duomo dell’Ortica. Il nuovo murale degli Orticanoodles è la cattedrale di Milano e apre un nuovo format di Ortica Memoria

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.